Il Piano Strategico è un documento programmatico che disegna le tappe di sviluppo della città e del suo territorio , da oggi al 2020, realizzato attraverso un metodo e un processo –la pianificazione strategica – finalizzati ad aggregare e coinvolgere tutta la comunità locale in una riflessione sul proprio futuro e sulle azioni  e i progetti per realizzarlo .

Qual è  l’obiettivo

L’obiettivo principale è quello di costruire in modo condiviso il futuro di Oliveto Citra . A tal fine il metodo della pianificazione strategica è orientata ad agevolare la comprensione, il dialogo e la ricerca di soluzioni tramite la continua interazione tra gli attori di Oliveto Citra , favorendo e facilitando la creazione di pratiche partecipative strutturate-seminari, tavoli di lavoro, progetti – nella gestione del territorio.

La dimensione  partecipativa non è dunque, soltanto funzionale ad una domanda di democrazia e di trasparenza, ma anche a rafforzare l’aggregazione fra gli attori e con essa la coesione fra le varie istanze .

 Chi partecipa?

L’attività di pianificazione strategica si fonda sulla partecipazione allargata a tutte le istanze locali, pubbliche e private, e ai singoli cittadini.

L’obiettivo  di un coinvolgimento il più ampio e qualificato possibile è una diretta conseguenza del nuovo ruolo   del territorio  come attori nella guida e direzione del governo del territorio stesso: esso richiede infatti l’aggregazione di tutte le forze e le istanze territoriali per poter rispondere in modo rapido, efficiente ed efficace alle nuove necessità.

In questa prospettiva, Oliveto Citra non può essere considerata semplicemente come luogo fisico. Essa è anche e soprattutto una comunità collettiva, ricca di saperi e competenze diffusi tra i vari attori: dalle istituzioni politiche alle organizzazioni private, dalle associazioni fino ai singoli cittadini.

Promuovendo la partecipazione attiva di tutta la comunità, il processo di pianificazione strategica intende attivare questa intelligenza diffusa quale elemento fondamentale nella riflessione sul futuro di Oliveto Citra. In questo processo creativo, ciascun soggetto portatore di propri interessi contribuisce a creare una visione di sviluppo della comunità locale e a ridefinirne l’identità.

L’azione sinergica di tutti gli attori identifica il valore aggiunto del processo. L’individuazione e la realizzazione di progetti in modo coerente ed ordinato favoriscono l’ottimizzazione delle risorse.

 L’azione temporale

L’adozione dello strumento del Piano Strategico comporta una progettazione di lungo periodo: è necessario che il territorio comprenda casa vuole diventare e dove  vuole arrivare , per poter costruire poi i singoli progetti in modo organico e coordinato. Ciò non significa realizzare un piano statico e rigido. Si tratta piuttosto di un processo in continua evoluzione, dove la pianificazione  di lungo raggio consente di far muovere azioni e obiettivi con la necessaria flessibilità, e quindi di rispondere anche a necessità più contingenti.

In questa prospettiva l’anno 2020 è il punto di arrivo ipotizzato, lo stato ideale sul quale ricercare il consenso e in cui riconoscersi. Guardare a dodici anni di distanza significa riflettere su cosa si vorrebbe per il proprio territorio senza considerare soltanto gli interessi immediati e particolaristici. Individuare questo stato futuro desiderabile è il primo passo; quelli successivi – ossia i singoli progetti e le singole azioni- dovranno collocarsi correttamente in questa visione più ampia.