Fisco

22 Settembre 2020

Superbonus 110: dalle Entrate la procedura per la comunicazione cessione del credito

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la procedura guidata per la compilazione automatica della comunicazione della cessione del credito: l’invio sarà possibile dal 15 ottobre

L’Agenzia delle Entrate a seguito della pubblicazione della circolare 24/E e del provvedimento dell’8 agosto sulle modalità di cessione del credito relative al Superbonus, ha aggiornato ed implementato il software (o meglio una procedura guidata online) per la comunicazione cessione crediti/sconti (CCIRE).

Ricordiamo che i soggetti che vogliono usufruire:

  • delle nuove detrazioni Superbonus 110%;
  • delle classiche detrazioni fiscali in edilizia (ecobonus, sismabonus, bonus facciate, ecc.);

possono anche avvalersi dell’opzione per la cessione del credito a soggetti terzi, oppure richiedere un contributo sotto forma di sconto alle imprese.

In tal caso, una volta sancito l’accordo con il soggetto terzo (nella maggior parte dei casi la banca o l’impresa) il contribuente deve infatti inviarne comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

L’opzione va comunicata esclusivamente in via telematica, a partire dal 15 ottobre 2020; le modalità sono state stabilite dal provvedimento AE dell’8 agosto 2020.

La comunicazione cessione crediti/sconti (CCIRE)

La comunicazione relativa alla cessione del credito in merito alle detrazioni fiscali in edilizia avviene utilizzando la procedura telematica disponibile nell’area riservata Entratel/Fisconline.

Dopo l’autenticazione, è possibile accedere alla procedura seguendo il percorso: La mia scrivania / Servizi per / Comunicare e poi selezionando “Comunicazione opzione cessione/sconto – ecobonus e sismabonus (singole unità immobiliari)”.

Per l’utilizzo della procedura, l’Agenzia delle Entrate ha redatto un apposito manuale utente (il pdf  è scaricabile in allegato al presente articolo).

L’opzione può essere esercitata con riferimento alle seguenti tipologie di interventi:

  • recupero del patrimonio edilizio;
  • efficienza energetica;
  • adozione di misure antisismiche;
  • recupero o restauro della facciata degli edifici;
  • installazione di impianti fotovoltaici;
  • installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.

Gli step da seguire

Una volta eseguita l’autenticazione nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate, è possibile avviare la procedura automatica per la comunicazione della cessione del credito; che è composta da tre sotto-aree:

  1. Comunicazione – dove è possibile redigere una nuova comunicazione;
  2. Attestazioni – dove è possibile consultare le comunicazioni già inviate;
  3. Annullamento – dove si può annullare una comunicazione già caricata.

Preliminarmente, devono essere indicati:

  • dati del titolare del credito o della detrazione (C.F., telefono, mail);
  • il tipo di operazione, dal relativo menu a tendina;
  • l’anno a cui si riferisce il credito o la detrazione.

Se il codice fiscale è relativo a una persona fisica e non corrisponde all’utente che ha effettuato il login, la procedura richiederà ulteriori informazioni.

Successivamente devono essere indicati i dati dell’intervento agevolato e in particolare:

  • la tipologia di intervento (è possibile effettuare una sola selezione, attraverso l’apposito menu a tendina);
  • l’ammontare della spesa sostenuta;
  • l’importo del credito corrispondente alla detrazione spettante per l’intervento.

Tutti i dati richiesti sono obbligatori.

Infine, devono essere indicati i dati catastali dell’unità immobiliare sulla quale è stato realizzato l’intervento agevolato ed i dati del cessionario/fornitore del credito.

Ultimi articoli

Edilizia 25 Luglio 2021

Abusi e Condono edilizio: la prova della data di realizzazione dell’opera

Il TAR Lazio chiarisce come deve avvenire la prova della data di costruzione di un manufatto affinché possa essere correttamente inquadrato il titolo edilizio

Edilizia 24 Luglio 2021

Ok al bonus facciate per le spese sostenute da un unico condomino

Il singolo condomino può sostenere per intero le spese per il rifacimento della facciata e godere dell’agevolazione fiscale se autorizzato da delibera condominiale all’unanimità

Edilizia 24 Luglio 2021

Dal CSLLPP i chiarimenti su sismabonus nei centri storici

Commissione CSLLPP: nei centri storici ammessi interventi che determinano la riduzione del rischio sismico senza la verifica dell’intero aggregato. Ecco l’elenco dei lavori ammissibili

Edilizia 24 Luglio 2021

Autorizzazione paesaggistica: scaduti i termini il parere della Soprintendenza è inefficace

Una PA deve considerare inefficace il parere negativo della Soprintendenza che sia giunto fuori dai termini previsti. I chiarimenti del Tar Campania

torna all'inizio del contenuto