Notizie

26 Novembre 2015

Arriva il nuovo modello unico per i piccoli impianti fotovoltaici

Nuovo modello unico piccoli impianti fotovoltaici, in vigore dal 24 novembre 2015. Ecco per quali impianti si usa e come si compila

A seguito della pubblicazione del decreto 19 maggio 2015, trascorsi già 180 giorni,  è possibile utilizzare dal 24 novembre 2015 il nuovo modello unico piccoli impianti fotovoltaici, al fine di velocizzare e snellire le procedure per l’installazione.

Il nuovo modello unico verrà utilizzato esclusivamente per la realizzazione, la connessione e la messa in esercizio degli impianti aventi le seguenti caratteristiche:
•essere realizzati presso clienti finali già dotati di punti di prelievo attivi in bassa tensione
•avere potenza nominale non superiore a 20 kW
•avere potenza non superiore a quella già disponibile in prelievo
•essere tra quelli per i quali sia contestualmente richiesto l’accesso al regime di scambio sul posto
•essere realizzati sui tetti degli edifici con le modalità previste dall’articolo 7-bis comma 5 del d.lgs 28/2011
•non essere in presenza di ulteriori impianti di produzione sullo stesso punto di prelievo
•essere aderenti o integrati, ossia l’installazione non è subordinata all’acquisizione di atti amministrativi di assenso, inclusa l’autorizzazione paesaggistica

Il modello unico è costituito da 2 parti.

Nella prima parte del modello, da compilare prima dell’inizio dei lavori, vanno riportati i seguenti elementi:

• dati anagrafici del richiedente e titolarità del diritto
• data di inizio dei lavori, caratteristiche tecniche dell’impianto e dati catastali dell’immobile interessato
• dati per procedere all’addebito dei costi di connessione (IBAN, carta di credito, addebito in bolletta)

Al modello vanno poi allegati:
• schema elettrico unifilare dell’impianto
• scansione di un documento d’identità
• eventuale delega alla presentazione della domanda

Nella seconda parte del modello, da compilare ad intervento concluso, vanno indicati:
•la data di ultimazione dei lavori
•la dichiarazione di corretta esecuzione dei lavori
•la conformità dell’impianto
•la conoscenza del contratto e del regolamento di esercizio

modello unico piccoli impianti fotovoltaici

Ultimi articoli

Edilizia 2 Marzo 2021

Regolamento edilizio tipo e regolamento comunale: il calcolo delle volumetrie corretto

Consiglio di Stato: il RET risponde a una esigenza di ‘uniformità semantica’ ma non può scavalcare l'autonomia pianificatoria del comune

Edilizia 18 Febbraio 2021

La fiscalizzazione dell’abuso edilizio non si applica nelle zone tutelate

Cassazione: la procedura di "fiscalizzazione" di cui all'art. 34 comma 2 TUE non è mai applicabile alle opere realizzate in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, in quanto queste non possono essere mai ritenute "in parziale difformità"

Edilizia 8 Febbraio 2021

Il pergolato in legno è attività edilizia libera, la baracca in lamiera no

Tar Salerno: per un pergolato in legno non serve né il permesso di costruire né l'autorizzazione paesaggistica

Edilizia 8 Febbraio 2021

PARERE PIANO CASA CAMPANIA CON CONDONO EDILIZIO

Una volta condonato l’immobile diventa pienamente legittimo ed equiparato dal punto di vista urbanistico-edilizio a quelli realizzati con gli ordinari titoli abilitativi edilizi: licenze, concessioni, permessi di costruire.

torna all'inizio del contenuto