Notizie

1 Febbraio 2015

DURC – Dal 1° gennaio 2015 è cambiata la validità temporale per i lavori edili tra soggetti privati

Il documento unico che attesta la regolarità contributiva (DURC), emesso per i lavori edili tra soggetti privati, dal 1° gennaio 2015 ha la validità di solo 90 giorni e non più di 120 giorni come era stabilito fino al 31 dicembre 2014.
E’ quanto previsto dall’art. 31, commi 5 e 8-sexies della L. n. 98/2013, di conversione del D.L. n. 69/2013 (c.d. “Decreto del Fare”).
Ricordiamo, infatti, che il primo periodo del comma 5, dell’art. 31, stabilisce che “Il documento unico di regolarità contributiva (DURC) rilasciato per i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture ha validità di centoventi giorni dalla data del rilascio”.
Nel successivo comma 8-sexies, aggiunto dalla legge di conversione n. 98/2013, si stabilisce che “Fino al 31 dicembre 2014 la disposizione di cui al comma 5, primo periodo, si applica anche ai lavori edili per i soggetti privati”.
Dunque, il DURC emesso per i lavori edili tra soggetti privati dal 1° gennaio 2015 avrà la validità di solo 90 giorni e non più di 120 giorni come era stabilito fino al 31 dicembre 2014.
Nei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, per la fruizione dei benefici normativi e contributivi in materia di lavoro e legislazione sociale e per i finanziamenti e le sovvenzioni previsti a livello comunitario, statale e regionale la validità del DURC resterà di 120 giorni dalla data del rilascio.

Ultimi articoli

Edilizia 13 Gennaio 2023

Superbonus, novità dal 2023

Aliquote variabili in base ai beneficiari e alla data dei lavori, contributi per i committenti con redditi bassi, cessione del credito con 5 passaggi, prestiti SACE alle imprese in crisi di liquidità

Ambiente 3 Gennaio 2023

Linee Guida PAS e semplificazione amministrativa connessa al consumo dei suoli agricoli

Importanti iniziative volte a standardizzare i procedimenti per l'insediamento, l’avvio e l’esercizio di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile inferiori ad 1 MW

Edilizia 30 Dicembre 2022

Fabbricato su diversa area di sedime: è variazione essenziale!

Costruire un fabbricato e non rispettare l’ubicazione prevista nel progetto costituisce abuso edilizio passibile di demolizione. Lo chiarisce il CdS

Sicurezza 17 Dicembre 2022

Le nuove norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di intrattenimento e di spettacolo a carattere pubblico

Approvate dal Ministero dell’Interno con il DM 22 novembre 2022, le nuove norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di intrattenimento e di spettacolo a carattere pubblico.

torna all'inizio del contenuto