Notizie

25 Marzo 2016

Ecco l’elenco dei finanziamenti per professionisti e imprese dell’edilizia

Finanziamenti per professionisti ed imprese dell’edilizia, dal Mise la guida completa con l’elenco di tutti i finanziamenti e su come accedervi

Il Mise ha pubblicato un’utile guida dedicata agli incentivi e ai finanziamenti per professionisti ed imprese, divisa in 4 macro-aree di intervento:

  • competitività
  • innovazione
  • efficienza energetica
  • internazionalizzazione

Per ognuna delle agevolazioni il manuale prevede una scheda sintetica con l’indicazione di:

  • beneficiari
  • agevolazione
  • entità

Nuova Sabatini: si tratta del finanziamento a tasso agevolato per l’acquisto, anche in leasing, di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo, hardware, software e tecnologie digitali. C’è un contributo del Mise pari agli interessi ed un finanziamento fra 20 mila euro e 2 milioni di euro assistito dal Fondo di Garanzia fino all’80%.

Microcredito: è una garanzia per ottenere microprestiti fino a 25 mila euro, per imprese e professionisti.

Imprese femminili: c’è una sezione specifica del Fondo di Garanzia dedicata alle imprese femminili, che prevede prenotazione diretta della garanzia, priorità di istruttoria e di delibera, esenzione dalla commissione una tantum al Fondo, copertura della garanzia fino all’80% sulla maggior parte delle operazioni.

Autoimprenditorialità: previsto il finanziamento agevolato a tasso zero fino a 200 mila euro per avvio impresa o nuova attività da parte di giovani sotto i 35 anni o donne. Dura almeno otto anni, copre il 75% delle spese.

Assunzione personale altamente qualificato: c’è un credito d’imposta pari al 35% per le assunzioni di personale con dottorato di ricerca o laurea magistrale in discipline di ambito tecnico scientifico impiegato in attività di ricerca e sviluppo.

Credito d’imposta ricerca e sviluppo: c’è un credito d’imposta per la parte incrementale degli investimenti in ricerca e sviluppo effettuati fra il 2015 e il 2019 rispetto al costo medio del triennio 2012-2014. L’agevolazione è pari al 50% per le assunzioni di personale altamente qualificato e al 25% per le quote di ammortamento e alle competenze per i beni immateriali e lo sviluppo di brevetti.

Credito d’imposta imprese del Mezzogiorno: è prevista un’agevolazione differenziata in base alle dimensioni aziendali per l’acquisto di beni strumentali.

Superammortamento beni strumentali: la legge di Stabilità ha introdotto un ammortamento, valido dall’ultimo trimestre 2015 a fine 2016, con una maggiorazione del 40% del costo ammesso in deduzione (in pratica l’ammortamento passa dal 100% al 140%).

Patent box: è la detassazione dei redditi che derivano dall’utilizzo di beni immateriali (brevetti, marchi, opere dell’ingegno): 30% nel 2015, al 40% nel 2016, al 50% dal 2017.

Bando smart e start: finanziamento agevolato per la creazione e lo sviluppo di start up innovative, fino a un massimo di 1 milione e 200 mila euro.

Disegni +3: previsto un contributo in conto capitale fino all’80% e fino a 120 mila euro per progetti di valorizzazione, disegno o modello.

Marchi +2: è un’agevolazione fino a 20 mila euro per la registrazione di marchi comunitari o internazionali.

Efficienza energetica: ci sono i certificati bianchi, titoli negoziabili sui risparmi energetici e il conto termico che incentiva la produzione da fonti rinnovabili.

Internazionalizzazione: previsti una serie di finanziamenti per la diffusione di prodotti o servizi a marchio italiano o per l’acquisizione di nuovi mercati, credito all’esportazione.

Ultimi articoli

Edilizia 17 Ottobre 2021

IL PERICOLO DEL GAS RADON

Il gas radon è uno dei principali agenti dell’inquinamento indoor e si concentra in particolare nei luoghi con scarsa ventilazione.

Edilizia 13 Ottobre 2021

Quando la piscina può essere considerata pertinenza

Tar Salerno: la piscina pertinenziale è compatibile con la destinazione agricola della zona laddove essa costituisca una legittima pertinenza dell’edificio residenziale principale

Edilizia 30 Settembre 2021

Superbonus, verso la proroga al 2023

Approvata la Nota di aggiornamento del Def che lascia margini per l’ipotesi di proroga Superbonus per il 2023

Edilizia 26 Settembre 2021

Superbonus 110%, demolizione e ricostruzione con aumento di volumetria di edifici collabenti

I chiarimenti delle Entrate su: nuove costruzioni con aumento volumetrico, cambio di destinazione d’uso, edificio senza APE

torna all'inizio del contenuto