Notizie

17 Ottobre 2015

EDILIZIA – Obbligo di esposizione del cartello – Cass. n. 38380 del 22/9/2015

Cass. Sez. III n. 38380 del 22 settembre 2015 (Ud 15 lug 2015)
Pres. Mannino Est. Andreazza Ric. Ferraiuolo
Urbanistica. Obbligo di esposizione del cartello

L’obbligo di esposizione del cartello si rivolge, oltre che al costruttore e direttore dei lavori, anche al committente sulla base di quanto espressamente previsto dall’art. 6 della I. n. 47 del 1985 e, oggi, dall’art. 29, comma 1, del d.P.R. n. 380 del 2001; ne consegue che il committente- proprietario, autonomamente responsabile per legge, non può legittimamente abdicare al proprio obbligo di osservanza semplicemente facendo leva sul fatto di avere affidato i lavori e persona esperta e competente come appunto il direttore dei lavori, non essendo tale solo fatto sufficiente a far venire meno la culpa in vigilando incombente sul committente stesso.

Ultimi articoli

Edilizia 27 Luglio 2021

SUPERBONUS, LE NOVITÀ IN ARRIVO CON LA CONVERSIONE DEL D.L. 77/2021

Tutte le novità in arrivo con la conversione del D.L. 77/2021: Barriere architettoniche; Interventi Onlus, calcolo massimale; CILA 110 e stato legittimo; CILA 110, edilizia libera, varianti in corso d’opera e agibilità; Rispetto delle distanze; Superbonus e agevolazioni prima casa; Sismabonus acquisti e termine per la compravendita.

Edilizia 25 Luglio 2021

Abusi e Condono edilizio: la prova della data di realizzazione dell’opera

Il TAR Lazio chiarisce come deve avvenire la prova della data di costruzione di un manufatto affinché possa essere correttamente inquadrato il titolo edilizio

Edilizia 24 Luglio 2021

Ok al bonus facciate per le spese sostenute da un unico condomino

Il singolo condomino può sostenere per intero le spese per il rifacimento della facciata e godere dell’agevolazione fiscale se autorizzato da delibera condominiale all’unanimità

Edilizia 24 Luglio 2021

Dal CSLLPP i chiarimenti su sismabonus nei centri storici

Commissione CSLLPP: nei centri storici ammessi interventi che determinano la riduzione del rischio sismico senza la verifica dell’intero aggregato. Ecco l’elenco dei lavori ammissibili

torna all'inizio del contenuto