Notizie

7 Aprile 2016

Imposta di successione, da aprile si paga anche con F24

Imposta di successione: a partire dal 1° aprile 2016 è possibile utilizzare l’F24 oltre all’F23. Ecco i codici tributo

Al fine di semplificare e rendere anche le pratiche per la dichiarazione di successione omogenee a tutte le altre imposte, a partire dal 1° aprile 2016, le imposte di successione possono essere pagate mediante il modello F24. In pratica, viene esteso l’utilizzo del modello F24 al pagamento dell’imposta sulle successioni, dell’imposta ipotecaria, dell’imposta catastale, delle tasse ipotecarie, dell’imposta di bollo, dell’imposta comunale sull’incremento di valore degli immobili e dei tributi speciali, nonché dei relativi accessori, degli interessi e delle sanzioni.

Fino al 31 dicembre 2016 potrà ancora essere utilizzato il modello F23 in alternativa al modello F24; dal 2017, invece, sarà possibile utilizzare solo il modello F24.

L’Agenzia delle Entrate (risoluzione 16/E del 25 marzo 2016) ha definito tutti i codici tributo da utilizzare con il modello F24 ed ha fornito le istruzioni per la compilazione del modello di pagamento.

Ecco l’elenco dei codici tributo:

  • 1530” – “Successioni – Imposta ipotecaria“
  • 1531” – “Successioni – Imposta catastale“
  • 1532” – “Successioni – Tassa ipotecaria“
  • 1533” – “Successioni – Imposta di bollo“
  • 1534” – “Successioni – Imposta sostitutiva INVIM“
  • 1535” – “Successioni – Sanzione da ravvedimento – imposte e tasse ipotecarie e catastali – art. 13 D.Lgs. n. 472/1997“
  • 1536” – “Successioni – Sanzione da ravvedimento – Imposta di bollo – art. 13, D.Lgs. n. 472/1997“

1537” – “Successioni – Interessi da ravvedimento – art. 13, D.Lgs. n. 472/1997

Ultimi articoli

Fisco 3 Settembre 2020

Bonus ristrutturazioni e limiti di spesa: i chiarimenti delle Entrate

Ok all’utilizzo di un nuovo limite di spesa per la costruzione di un’autorimessa pertinenziale, ma solo in caso di intervento autonomo rispetto a quello di ristrutturazione

Edilizia 3 Settembre 2020

Variazione essenziale e variante in corso d’opera: ecco le differenze

In edilizia la variazione essenziale va distinta dalle varianti in corso d’opera. Lo ribadisce il Tar Campania

Fisco 3 Settembre 2020

Bonus facciate: sì al rinnovo complessivo dei balconi e ok ai pavimenti

Detraibili al 90 % anche le spese per la sostituzione dei pavimenti, dei parapetti (anche in vetro) e delle spese accessorie

Fisco 3 Settembre 2020

Bonus facciate: è applicabile nel caso di sostituzione dei rivestimenti esterni?

Dalle Entrate chiarito se e come è applicabile il bonus facciate nel caso di completa sostituzione dei rivestimenti esterni di un fabbricato

torna all'inizio del contenuto