Notizie

1 Luglio 2016

Incentivi impianti alimentati da fonte eolica, idraulica, geotermica, biogas, biomasse, ecc.

Incentivi impianti alimentati da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico: è già in vigore il decreto che mette a disposizione 435 milioni all’anno di incentivi per la realizzazione di nuovi impianti

E’ stato pubblicato in Gazzetta ufficiale n.150 del 29 giugno 2016 il dm 23 giugno 2016 recante “Incentivazione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico”.

Il provvedimento, già entrato in vigore, mette a disposizione 435 milioni di euro all’anno per la realizzazione di nuovi impianti alimentati da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico.

Incentivi rinnovabili

Gli impianti incentivati sono i seguenti:

  • Impianti eolici
  • Impianti alimentati da fonte idraulica
  • Impianti alimentati da fonte oceanica (comprese maree e moto ondoso)
  • Impianti alimentati da fonte geotermica
  • Impianti alimentati da fonte gas di discarica
  • Impianti alimentati da fonte gas residuati dai processi di depurazione
  • Impianti alimentati da fonte biogas
  • Impianti alimentati da fonte biomasse
  • Impianti alimentati da fonte bioliquidi sostenibili
  • Impianti solari termodinamici

Per ciascuna delle tecnologie di produzione ammesse, gli incentivi vengono concessi valutando i progetti attraverso un meccanismo concorrenziale.

L’assegnazione dei fondi avverrà attraverso aste diverse a seconda della tecnologia e si baserà sul meccanismo dei ribassi, che potranno andare da un minino del 2% a un massimo del 30%.

In particolare sono previste:

  • aste al ribasso differenziate per tecnologia per gli impianti di grandi dimensioni
  • iscrizione ad appositi registri per gli impianti inferiori

Le richieste per l’iscrizione ai registri, per le procedure di asta e per l’ammissione agli incentivi vanno inviate al GSE esclusivamente tramite il portale informatico predisposto dal GSE sul suo sito.

Ultimi articoli

Edilizia 4 Aprile 2021

L’utilizzo del gazebo determina il titolo abilitativo: quando serve il permesso di costruire

Tar Molise: il gazebo destinato ad un uso permanente è un intervento di nuova costruzione necessitante il permesso di costruire

Fisco 3 Aprile 2021

Superbonus: sì alla demolizione e ricostruzione con ampliamento di volume

Dalle Entrate nuovi chiarimenti sul Superbonus nel caso di demolizione e ricostruzione con ampliamento di volume e modifica dell’area di sedime

Fisco 3 Aprile 2021

Demolizione e ricostruzione: no all’ecobonus 110 per la volumetria eccedente

Dalle Entrate il no all’ecobonus 110% applicato alla volumetria eccedente dopo una demolizione/ricostruzione. Sì al sismabonus 110% per quella stessa volumetria in più

Edilizia 3 Aprile 2021

Fiscalizzazione dell’abuso edilizio: non è mai possibile in area vincolata

Cassazione: in casi particolari di abuso edilizio è possibile convertire la sanzione demolitoria in sanzione pecuniaria, ma ciò non è mai attuabile in aree vincolate

torna all'inizio del contenuto