Notizie

15 Dicembre 2016

Interventi in edilizia libera senza titolo: le semplificazioni introdotte dal decreto SCIA 2

Interventi in edilizia libera: rampe per superamento barriere architettoniche, pannelli fotovoltaici, opere temporanee e provvisorie, pavimentazioni esterne, aree ludiche

Il decreto SCIA 2 è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale n. 277 del 26 novembre 2016 ed entrerà in vigore l’11 dicembre 2016.

Il decreto provvede alla mappatura completa e alla precisa individuazione delle attività oggetto di procedimento di mera comunicazione o segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) o di silenzio assenso, nonché quelle per le quali è necessario il titolo espresso e introduce le conseguenti disposizioni normative di coordinamento.

In questo articolo analizziamo le semplificazioni previste in materia di edilizia libera, senza necessità di alcuna comunicazione al Comune.

Interventi in edilizia libera e semplificazione dei regimi amministrativi

Secondo le nuove disposizioni, saranno realizzabili in edilizia libera e senza alcun tipo di comunicazione al Comune interventi tipo rampe per superamento barriere architettoniche, installazione di pannelli fotovoltaici, aree ludiche, etc.

Analizzando con attenzione il nuovo testo dell’articolo 6 del dpr 380/2001 come modificato dal decreto SCIA 2, si notano una serie di interventi in materia di interventi in edilizia libera.

In particolare, rientrano tra gli interventi in edilizia libera realizzabili senza titolo abilitativo né comunicazione di inizio lavori:

  • le rampe per l’eliminazione delle barriere architettoniche
  • le opere temporanee da rimuovere entro 90 gg
  • le opere di pavimentazione e finitura di spazi esterni
  • l’installazione di pannelli solari fotovoltaici (fuori dalla zona A)
  • le aree ludiche senza scopo di lucro e gli elementi di arredo pertinenziali agli edifici

Ultimi articoli

Edilizia 17 Ottobre 2021

IL PERICOLO DEL GAS RADON

Il gas radon è uno dei principali agenti dell’inquinamento indoor e si concentra in particolare nei luoghi con scarsa ventilazione.

Edilizia 13 Ottobre 2021

Quando la piscina può essere considerata pertinenza

Tar Salerno: la piscina pertinenziale è compatibile con la destinazione agricola della zona laddove essa costituisca una legittima pertinenza dell’edificio residenziale principale

Edilizia 30 Settembre 2021

Superbonus, verso la proroga al 2023

Approvata la Nota di aggiornamento del Def che lascia margini per l’ipotesi di proroga Superbonus per il 2023

Edilizia 26 Settembre 2021

Superbonus 110%, demolizione e ricostruzione con aumento di volumetria di edifici collabenti

I chiarimenti delle Entrate su: nuove costruzioni con aumento volumetrico, cambio di destinazione d’uso, edificio senza APE

torna all'inizio del contenuto