Notizie

25 Luglio 2015

La Corte costituzionale riscrive la fattispecie di cui all’art.3, comma 1, punto e.5), del d.P.R. 380/2001

La Corte costituzionale, con sentenza n. 189 del 24 luglio 2015, annullando l’art. 41, comma 4, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dallla legge 9 agosto 2013, n. 98, riporta all’origine, tra le definizioni di “nuova costruzione” la fattispecie di cui all’art. 3, comma 1, punto e.5), del d.P.R. n. 380 del 2001, come segue «e.5) l’installazione di manufatti leggeri, anche prefabbricati, e di strutture di qualsiasi genere, quali roulottes, campers, case mobili, imbarcazioni, che siano utilizzati come abitazioni, ambienti di lavoro, oppure come depositi, magazzini e simili, e che non siano diretti a soddisfare esigenze meramente temporanee» sopprimendo le parole: «e salvo che siano installati, con temporaneo ancoraggio al suolo, all’interno di strutture ricettive all’aperto, in conformità alla normativa regionale di settore, per la sosta ed il soggiorno dei turisti»

Ultimi articoli

Edilizia 23 Maggio 2022

Conversione DL Ucraina ed Energia: proroga di 1 anno per permessi di costruire e autorizzazioni

L'articolo 10-septies della legge 51/2022 proroga di un anno i termini di determinate autorizzazioni amministrative rientranti nel settore dell’edilizia privata e i termini delle convenzioni di lottizzazione urbanistica

Edilizia 23 Maggio 2022

Conversione DL Ucraina ed Energia: le misure per le fonti rinnovabili in edilizia

La legge 51/2022 contiene alcune novità di rilievo in materia di autorizzazioni e VAS

Edilizia 12 Maggio 2022

Edificio abusivo in zona paesaggistica: differenze tra permesso e autorizzazione

Consiglio di Stato: non occorre il previo annullamento della sanatoria di opera edilizia abusiva, al fine di negare il completamento di un edificio abusivo in zona paesaggistica

torna all'inizio del contenuto