Edilizia

4 Novembre 2020

Parcheggi: Solo in caso di superficie eccedente il minimo di legge, per la porzione aggiuntiva può essere variata la destinazione d’uso.

Alla luce della normativa vigente è possibile il cambio di destinazione d’uso da garage a cantina ? E’ il caso di un fabbricato per civile abitazione ricostruito ai sensi della legge 219/81 (Terremoto irpinia 1980). Un primo piano adbito a abitazione e il piano terra destinato per mq. 18 a autorimessa. Il proprietario vorrebbe variare la destinazione di autorimessa con quella di cantina. In questo caso però perderrebbe la superficie per il parcheggio e purtroppo nell’area di pertinenza non è possibile riservare aree per il parcheggio stesso. Quale alternativa può esserci ?

La superficie di parcheggi privati obbligatoria per legge negli edifici non può essere destinata ad altri usi.
A partire dal 1967 la legge ha imposto la realizzazione di determinate quantità minime di posti auto obbligatori negli interventi di nuova costruzione (la norma di riferimento è l’art. 41 sexies della L. 1150/1942 introdotto dalla c.d. Legge Ponte n. 765/76 e succ. mod.), ai quali è riconosciuto un rilievo pubblico essendo opere di urbanizzazione e per questo non soggetti al contributo di costruzione. L’Amministrazione non può assentire una diversa utilizzazione dei parcheggi obbligatori; solo in caso di superficie eccedente il minimo di legge, per la porzione aggiuntiva può essere variata la destinazione d’uso.

Ultimi articoli

Edilizia 25 Luglio 2021

Abusi e Condono edilizio: la prova della data di realizzazione dell’opera

Il TAR Lazio chiarisce come deve avvenire la prova della data di costruzione di un manufatto affinché possa essere correttamente inquadrato il titolo edilizio

Edilizia 24 Luglio 2021

Ok al bonus facciate per le spese sostenute da un unico condomino

Il singolo condomino può sostenere per intero le spese per il rifacimento della facciata e godere dell’agevolazione fiscale se autorizzato da delibera condominiale all’unanimità

Edilizia 24 Luglio 2021

Dal CSLLPP i chiarimenti su sismabonus nei centri storici

Commissione CSLLPP: nei centri storici ammessi interventi che determinano la riduzione del rischio sismico senza la verifica dell’intero aggregato. Ecco l’elenco dei lavori ammissibili

Edilizia 24 Luglio 2021

Autorizzazione paesaggistica: scaduti i termini il parere della Soprintendenza è inefficace

Una PA deve considerare inefficace il parere negativo della Soprintendenza che sia giunto fuori dai termini previsti. I chiarimenti del Tar Campania

torna all'inizio del contenuto