Notizie

3 Gennaio 2017

Canone tv Rai: attenzione ai falsi siti che chiedono dati e soldi

Canone tv Rai: l’Agenzia delle Entrate con un comunicato invita i cittadini a fare attenzione ai falsi siti che chiedono dati e soldi

L’Agenzia delle Entrate con un comunicato del 28 dicembre 2016 invita i cittadini a fare attenzione ai falsi siti che chiedono l’invio di dati e soldi per il pagamento del Canone tv Rai.

Attraverso il portale delle Entrate è consentito l’invio telematico delle seguenti dichiarazioni:

  • non detenzione del canone tv (Dnd)
  •  richieste di rimborso

Si ricorda che l’invio è gratuito: nessun tipo di pagamento è infatti dovuto dai contribuenti.

Ai cittadini si raccomanda quindi di:

  • non inserire informazioni personali
  • non fornire i dati della propria carta di credito

La truffa prevede l’addebitato un primo importo e nei giorni successivi somme più consistenti, finché il titolare della carta non procede al blocco.

Pertanto si invitano i cittadini eventualmente interessati a denunciare l’accaduto. Bisogna rivolgersi quanto prima a qualsiasi ufficio delle Entrate o alle Forze di polizia.

Ultimi articoli

Edilizia 24 Settembre 2022

Ricoveri per animali, quando non possono rientrare in edilizia libera

Tar Calabria: occhio alle dimensioni e materiali delle costruzioni destinate a ricovero animali, bisogna distinguerle dai manufatti di ridotte dimensioni tipici degli animali domestici o da cortile

Edilizia 24 Settembre 2022

EDILIZIA LIBERA PER CHIUSURA BALCONI E LOGGE CON VETRATE PANORAMICHE AMOVIBILI (VEPA) – MODIFICA ART. 6 DEL DPR 380/2001

Tra le attività di edilizia libera rientrano ora anche gli interventi per la chiusura di balconi e logge con superfici interamente vetrate panoramiche interamente amovibili (c.d. VEPA).

Edilizia 24 Settembre 2022

Vetrate Panoramiche Amovibili – VEPA

Commento alla Legge n. 142 del 22 settembre 2022

Edilizia 18 Settembre 2022

In arrivo il modello di polizza decennale per gli immobili in costruzione

Approvato lo schema tipo di polizza a beneficio dell’acquirente, con un indennizzo in caso di vizi dell’immobile. Si attende la pubblicazione in Gazzetta

torna all'inizio del contenuto