Notizie

25 Agosto 2017

Pergolato per auto: è necessario il permesso di costruire?

Secondo il Tar della Lombardia per realizzare un pergolato in acciaio ancorato al suolo adoperato per il parcheggio delle auto è necessario il permesso di costruire

Il proprietario di una villetta aveva realizzato una sorta di pergolato in ferro, ancorato al suolo, formato da piccole travi in ferro e fili di acciaio teso, destinato al parcheggio delle autovetture.

Il Comune aveva ritenuto tale manufatto abusivo, in quanto realizzato in assenza di permesso di costruire, e quindi ne ordinava la demolizione.

Il proprietario impugnava dunque l’ordinanza del Comune recante l’ordine di demolizione, presentando ricorso al Tar della Lombardia.

Sentenza Tar Lombardia n. 1644/2017

Il Tar Lombardia con la sentenza n. 1644/2017 si esprime sul ricorso presentato dal proprietario della villetta contro l’ordine di demolizione.

Per il giudice amministrativo si tratta di un intervento, che da un punto di vista dimensionale e costruttivo, rappresenta una nuova edificazione e quindi per essere realizzato richiede il rilascio di un permesso di costruire, al contrario di quanto avviene nel caso in cui ci si trovi al cospetto di una struttura costruita con materiale leggero e che sia facilmente amovibile.

In ogni caso anche laddove l’intervento edilizio fosse stato ritenuto assoggettabile a DIA, lo stesso avrebbe dovuto essere preceduto dal rilascio dell’autorizzazione paesaggistica, in quanto l’area era sottoposta a vincolo.

Pertanto il ricorso va rigettato per assenza del prescritto titolo autorizzativo e le opere realizzate sono da considerarsi abusive; il Comune ha quindi legittimamente ordinato la demolizione del manufatto.

Ultimi articoli

Edilizia 4 Aprile 2021

L’utilizzo del gazebo determina il titolo abilitativo: quando serve il permesso di costruire

Tar Molise: il gazebo destinato ad un uso permanente è un intervento di nuova costruzione necessitante il permesso di costruire

Fisco 3 Aprile 2021

Superbonus: sì alla demolizione e ricostruzione con ampliamento di volume

Dalle Entrate nuovi chiarimenti sul Superbonus nel caso di demolizione e ricostruzione con ampliamento di volume e modifica dell’area di sedime

Fisco 3 Aprile 2021

Demolizione e ricostruzione: no all’ecobonus 110 per la volumetria eccedente

Dalle Entrate il no all’ecobonus 110% applicato alla volumetria eccedente dopo una demolizione/ricostruzione. Sì al sismabonus 110% per quella stessa volumetria in più

Edilizia 3 Aprile 2021

Fiscalizzazione dell’abuso edilizio: non è mai possibile in area vincolata

Cassazione: in casi particolari di abuso edilizio è possibile convertire la sanzione demolitoria in sanzione pecuniaria, ma ciò non è mai attuabile in aree vincolate

torna all'inizio del contenuto