Edilizia

29 Luglio 2021

Sismabonus 110%: per sapere se spetta, occorre controllare la mappa sismica di aprile 2021

Per essere sicuri di avere diritto al sismabonus 110%, occorre conoscere la zona sismica nella quale si trova il proprio Comune e, per saperlo, è necessario consultare la tabella indicata dalla Circolare 24/2020 e non quella precedente allegata all’OPCM 3274/2003.

È il chiarimento fornito dall’Agenzia delle Entrate con la Risposta 516 del 27 luglio 2021.

Un contribuente ha chiesto se può fruire del superbonus per lavori antisismici eseguiti in un Comune che, con l’ordinanza del 2003, era classificato in zona 3 e che, in base all’elenco contenuto nella tabella a cui fa riferimento la Circolare 24/2020, ora ricade in zona a rischio sismico 4.

L’Agenzia ricorda che, in base al decreto Rilancio, il superbonus spetta per gli interventi di messa in sicurezza statica delle parti strutturali di edifici nonché di riduzione del rischio sismico degli edifici stessi realizzati su edifici ubicati nelle zone sismiche 1, 2 e 3 di cui all’OPCM 3274 del 20 marzo 2003.

Tuttavia, nel caso in esame, l’istante non potrà fruire del regime di favore in quanto, a seguito della riclassificazione delle zone sismiche, il Comune in cui sono stati eseguiti i lavori ricade in una zona a rischio sismico 4, quindi non agevolabile.

In sintesi, l’Agenzia conclude che occorre far riferimento alla “mappa classificazione rischio sismico”, aggiornata ad aprile 2021, suddivisa per comuni, pubblicata sul sito della Protezione Civile, in base alla quale il Comune indicato dall’istante non fa parte delle zone a rischio sismico che possono accedere alle detrazioni fiscali previste dal decreto Rilancio.

A pagina 23 della Circolare 24/2020 si legge: “La suddivisione dei comuni italiani per rischio sismico è consultabile ad un apposito link al sito del Dipartimento della Protezione Civile”. Ma il link riportato nella stessa pagina porta ad una pagina obsoleta.

La Protezione Civile ha fornito i link aggiornati al nuovo sito e alla mappa sismica per Comune

Ultimi articoli

Edilizia 13 Gennaio 2022

Legge di Bilancio 2022: proroga Superbonus e Sismabonus

Il comma 28 dell'art.1 della legge 234/2021 introduce una proroga della misura del Superbonus 110%, con scadenze differenziate in base al soggetto beneficiario. Novità per ONLUS, Organizzazioni di volontariato, APS

Edilizia 4 Gennaio 2022

Dal 2022 per i fabbricati arriva l’agibilità condizionata

Altra novità in arrivo: la Comunità Europea detta le regole cui occorre adeguarsi per garantire la regolarità urbanistica degli edifici di nuova costruzione.

Edilizia 29 Dicembre 2021

Nuova emergenza covid-19: aggiornamento delle proroghe ai titoli abilitativi edilizi

Con la proroga dello stato di emergenza da parte del D.L. 221/2021 si aggiorna la proroga del periodo di validità di alcuni titoli abilitativi

Edilizia 21 Dicembre 2021

OBBLIGO UTILIZZO FONTI RINNOVABILI IN EDIFICI NUOVI O RISTRUTTURATI: NUOVA DISCIPLINA

Il Decreto Legislativo 199/2021 modifica la disciplina relativa all'obbligo di integrazione degli impianti a fonti rinnovabili negli edifici di nuova costruzione o soggetti a ristrutturazioni rilevanti, per i quali la richiesta di titolo edilizio è presentata dal 13/06/2022.

torna all'inizio del contenuto