Notizie

25 Gennaio 2019

Qual è il rischio sismico, idrogeologico e vulcanico del tuo Comune? Aggiornata la mappa dei rischi naturali

Istat: aggiornata la mappa dei rischi naturali. Comune per Comune i dati su rischio sismico, idrogeologico e vulcanico in base alle caratteristiche del territorio e allo stato degli edifici

Il territorio italiano è caratterizzato da un forte rischio naturale; in relazione anche ai recenti accadimenti, l’Istat e Casa Italia hanno realizzato la mappa dei rischi naturali dei Comuni italiani, aggiornata a gennaio 2018.

Sul sito web dedicato ai rischi naturali in Italia sono presenti i dati sul rischio sismico, idrogeologico e vulcanico per ciascun Comune italiano, attraverso l’integrazione di dati provenienti da varie fonti istituzionali.

Basta selezionare un Comune e capire qual è il livello di pericolosità, avendo a disposizione una scheda che riassume tutte le informazioni; è possibile capire, quindi, quanto è a rischio il Comune in questione in relazione ai seguenti pericoli e rischi naturali:

  • caratteristiche del territorio
  • rischio sismico, idrogeologico e vulcanico
  • stato degli edifici
  • numero dei beni culturali
  • indicatori demografici di contesto

Infatti, sono disponibili anche le informazioni demografiche, abitative, territoriali e geografiche relativamente al Comune individuato: scegliendo un Comune è possibile leggere i principali dati del suo territorio.

E’ consentito, infine, visualizzare e scaricare un report di sintesi sullo stato dei rischi naturali dei Comuni italiani, anche attraverso visualizzazioni grafiche.

Mappa aggiornata

La nuova mappa è stata aggiornata a gennaio 2018 in base alle recenti informazioni riguardanti:

  • la popolazione residente
  • le famiglie (al 31 dicembre 2017)
  • le classi di età (al 1° gennaio 2018)
  • i dati censuari relativi agli edifici (aggiornati al 30 giugno 2018)
  • i dati sui rischi idraulici e idrogeologici (sono relativi al 2017 e forniti da Ispra nel 2018)

Struttura del sito

Due sono le modalità di consultazione: quella tramite indicatori e quella cartografica. Nel sito compaiono, infatti, le 2 sezioni:

  • Indicatori
  • Cartografia

Sezione Indicatori

Nella prima, selezionando il Comune, è possibile visualizzare oltre 140 variabili relative a:

  • superficie e altre caratteristiche territoriali
  • rischio sismico, idrogeologico (frane e alluvioni) e vulcanico
  • stato degli edifici a uso residenziale e delle abitazioni (tipo di materiale utilizzato per la costruzione, numero dei piani fuori terra, epoca di costruzione dei fabbricati e distribuzione delle abitazioni per tipologia di occupanti)
  • numero dei beni culturali presenti nel territorio comunale
  • indicatori demografici di contesto (quali variazione della popolazione, densità abitativa, indici di vecchiaia e di dipendenza strutturale, vulnerabilità sociale e materiale e numerose altre variabili)

Inserendo il Comune, o prima la Regione e poi la Provincia e infine il Comune, è possibile scaricare in vari formati il report di sintesi che fornisce lo stato dei rischi naturali del Comune, anche attraverso visualizzazioni grafiche, ossia la mappa.

In questa sezione sono presenti anche gli aggiornamenti della geografia comunale.

Sezione Cartografica

Nella sezione cartografica, invece, è possibile consultare i dati tramite un’interfaccia cartografica, appunto.

La sezione consente di produrre mappe interattive a livello comunale su oltre 20 temi informativi.

In particolare, è necessario selezionare i vari layer operativi (nel menù a destra: zona altimetrica, indice vecchiaia, popolazione residente e tanti altri) e cliccare sulla cartina in corrispondenza della Regione e del Comune interessati.

Istat espone, infine, questi dati anche tramite un’interfaccia REST.

 

Clicca qui per accedere al sito

Ultimi articoli

Edilizia 27 Luglio 2021

SUPERBONUS, LE NOVITÀ IN ARRIVO CON LA CONVERSIONE DEL D.L. 77/2021

Tutte le novità in arrivo con la conversione del D.L. 77/2021: Barriere architettoniche; Interventi Onlus, calcolo massimale; CILA 110 e stato legittimo; CILA 110, edilizia libera, varianti in corso d’opera e agibilità; Rispetto delle distanze; Superbonus e agevolazioni prima casa; Sismabonus acquisti e termine per la compravendita.

Edilizia 25 Luglio 2021

Abusi e Condono edilizio: la prova della data di realizzazione dell’opera

Il TAR Lazio chiarisce come deve avvenire la prova della data di costruzione di un manufatto affinché possa essere correttamente inquadrato il titolo edilizio

Edilizia 24 Luglio 2021

Ok al bonus facciate per le spese sostenute da un unico condomino

Il singolo condomino può sostenere per intero le spese per il rifacimento della facciata e godere dell’agevolazione fiscale se autorizzato da delibera condominiale all’unanimità

Edilizia 24 Luglio 2021

Dal CSLLPP i chiarimenti su sismabonus nei centri storici

Commissione CSLLPP: nei centri storici ammessi interventi che determinano la riduzione del rischio sismico senza la verifica dell’intero aggregato. Ecco l’elenco dei lavori ammissibili

torna all'inizio del contenuto