Notizie

2 Febbraio 2017

Studi di settore 2017, i nuovi modelli con meno dati e numeri da inserire

Studi di settore 2017, approvati i nuovi modelli con meno dati e numeri da inserire a cura dei contribuenti. Le novità nel provvedimento delle Entrate

Gli studi di settore sono uno strumento utilizzato dal Fisco per stimare i ricavi o i compensi da attribuire al contribuente.

Gli studi di settore, ricordiamo, si applicano agli esercenti, attività di impresa o di lavoro autonomo, i quali:

  • svolgono, come prevalente, un’attività per la quale risulta approvato un apposito studio di settore
  • non presentano una causa di esclusione o di inapplicabilità

In base al dl 193/2016, gli studi di settore cederanno il posto agli indicatori di compliance la cui composizione sarà completamente diversa rispetto agli odierni studi di settore.

Per il periodo 2016 l’Agenzia delle Entrate ha approvato (provvedimento 31 gennaio 2017) i nuovi modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore e relative istruzioni.

Studi di settore 2017, i nuovi modelli

Sono stati approvati 193 modelli, di cui:

  • 50 studi per il settore delle manifatture
  • 53 studi per il settore dei servizi
  • 24 studi per i professionisti
  • 66 studi per il settore del commercio

Fra le novità si segnala una semplificazione dei modelli, con un minor numero di informazioni da inserire: una riduzione pari al 25% delle informazioni rispetto la precedente annualità. È diminuito, inoltre, il numero di studi con accorpamenti.

Tutto ciò rappresenta un evidente beneficio in termini di riduzione degli adempimenti per i contribuenti, con conseguente alleggerimento di quadri e variabili, circa 5.300 in meno.

I nuovi modelli contengono anche le informazioni relative ai correttivi crisi, tra cui l’eventualità degli eventi sismici.

La modulistica va inviata per via telematica unitamente alla dichiarazione dei redditi per il periodo d’imposta 2016.

I modelli  sono disponibili  sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nel rispetto, in fase di stampa, delle caratteristiche tecniche contenute nell’allegato 2 al provvedimento.

Ultimi articoli

Edilizia 23 Maggio 2022

Conversione DL Ucraina ed Energia: proroga di 1 anno per permessi di costruire e autorizzazioni

L'articolo 10-septies della legge 51/2022 proroga di un anno i termini di determinate autorizzazioni amministrative rientranti nel settore dell’edilizia privata e i termini delle convenzioni di lottizzazione urbanistica

Edilizia 23 Maggio 2022

Conversione DL Ucraina ed Energia: le misure per le fonti rinnovabili in edilizia

La legge 51/2022 contiene alcune novità di rilievo in materia di autorizzazioni e VAS

Edilizia 12 Maggio 2022

Edificio abusivo in zona paesaggistica: differenze tra permesso e autorizzazione

Consiglio di Stato: non occorre il previo annullamento della sanatoria di opera edilizia abusiva, al fine di negare il completamento di un edificio abusivo in zona paesaggistica

torna all'inizio del contenuto